Incontro del SOVVENIRE a Castellammare e Vico Equense

S

Diocesi di Sessa Aurunca

Relazione don Guido Cumerlato e Ada Torromeo

L’attività di promozione dell’Ufficio per il Sovvenire nella Diocesi di Sessa Aurunca si svolge attraverso un programma di “informazione” che riguarda tutto il territorio diocesano. Tale attività verte chiaramente sulla valorizzazione delle offerte liberali e della scelta dell’8xmille alla chiesa cattolica come forma di compartecipazione e corresponsabilità. L’Ufficio per il Sovvenire interpella direttamente il popolo sessano e gli uffici diocesani.

In concreto, con l’avvento del nuovo Vescovo Mons. O. F. Piazza, si è pensato di organizzare un cammino di informazione chiamando in causa dapprima gli organi diocesani e gli uffici di curia. Grazie ad una serie di convegni sono stati invitati a partecipare e ad informarsi sia i componenti dei vari Uffici di curia che quelli degli organi parrocchiali.

Nel 2013, si è tenuto un convegno che ha visto la partecipazione dei Direttori dei CPP e dei CAEP e dei componenti degli uffici della curia diocesana. Interessantissimo è stato il confronto tra i componenti laici dei vari organi parrocchiali e i sacerdoti. Con essi si è aperto un percorso di ‘mutua’ responsabilità! Successivamente si è tenuto un incontro con gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti di Caserta, con i consulenti del lavoro e con i rappresentanti dei CAF (2014) per promuovere la scelta dell’8xmille alla Chiesa Cattolica. L’anno successivo si è pensato di coordinare gli incontri chiamando in causa l’ufficio Caritas (2015). In occasione dell’inaugurazione della mensa diocesana a Mondragone, nella Chiesa “San Rufino”, si è parlato del valore dell’8xmille e delle offerte liberali a sostegno delle attività a favore dei bisognosi, indigenti e malati. Bella è stata la testimonianza di diversi ‘poveri’ incentrata sulla gratitudine per l’opera che, nel silenzio, la Chiesa sessana fa in loro favore. In questa occasione si è scelto di devolvere il contributo offerto dalla CEI a favore della mensa diocesana con lo slogan “Un piatto per i poveri”. In seguito, si è voluto puntare l’attenzione sulla costruzione-edificazione-riqualificazione dei beni della Diocesi. Negli anni diverse sono state le opere realizzate con l’aiuto dell’8xmille. In collaborazione con l’Ufficio dei Beni Culturali Diocesani (2016), si è tenuto così un convegno, che ha messo in luce come la fede riesca a motivare l’opera di edificazione di una Chiesa o una struttura di carità, chiedendo a ogni cristiano un gesto di corresponsabilità. L’anno successivo, inoltre, in occasione dell’inaugurazione del Santuario della Famiglia a Casale di Carinola, sono stati convocati tutti i ministri straordinari dell’Eucarestia e i catechisti della Diocesi per evidenziare l’operato liturgico della Chiesa cattolica sessana (2017). In quest’anno, infine, l’attenzione si è rivolta ai giovani. In occasione del meeting dei giovani con papa Francesco, si è chiesto all’Azione Cattolica Diocesana di intervenire in un incontro-convegno sul dialogo che intercorre tra i giovani e i sacerdoti (2018). Tale coinvolgimento responsabilizza i grandi e i piccoli nella cooperazione per il ‘bene’ della vita dei sacerdoti.

In questa logica di annuncio sul valore del sovvenire, quest’anno si è pensato di promuovere il ‘salvadanaio’ dell’AC. Si spera di promuovere nuove iniziative per l’anno prossimo, coinvolgendo con i direttori dell’IDSC e con del CAED. Interessante sarà programmare un cammino formativo ‘insieme’ interpellando le quattro foranie, attraverso incontri periodici. Tutto per farsì che si organizzi con i Direttori dell’IDSC e del CAED dei percorsi di ‘progettazione comune’ a sostegno della vita dei sacerdoti. Il futuro ci darà così ragione!

  1. Guido PCN

Info

Conferenza Episcopale Campana
Segreteria: Piazza Bartolo Longo, 1
80045, Pompei (NA)

info@conferenzaepiscopalecampana.it
Tel. 081 8577255
Fax. 081 8567059

Articoli Recenti

RSS CEI

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS SIR