Incontro Regionale ID

DIOCESI DI NOLA
SOVVENIRE: LA FORMAZIONE ALLA BASE DELLA PROMOZIONE

L’iniziativa della CEI di incentivare gli incontri formativi sul Sovvenire a livello diocesano e parrocchiale ha ampliato le opportunità di incontrare le comunità parrocchiali della diocesi. Occorre, tuttavia, precisare che il numero crescente di eventi formativi che si sta registrando nella nostra diocesi non è da ascriversi esclusivamente ai contributi elargiti dalla CEI ma anche alla disponibilità ed al desiderio di alcuni parroci e delle rispettive comunità di avere una maggiore conoscenza dei fondamenti, delle modalità e delle procedure con cui si concretizza il sostegno economico alla Chiesa cattolica; lo dimostra la partecipazione e l’attenzione delle persone intervenute ai diversi incontri sin qui realizzati. E’ doveroso, inoltre, riconoscere che nell’attività di sensibilizzazione, il Sovvenire può contare su una valida collaborazione fornita dall’Ufficio Comunicazioni Sociali e dall’A.C. diocesana.
L’iniziativa della CEI è una valida opportunità che nella esperienza diretta della diocesi di Nola si è avvalsa di importanti condizioni da cui ha tratto impulso:
-l’esistenza di una rete di referenti parrocchiali (circa 45 su 115 parrocchie della diocesi), costruita in anni di impegno, con cui il gruppo diocesano del Sovvenire cerca di mantenere contatti stabili e di amicizia per veicolare informazioni, idee e proposte;
-i due incontri diocesani che si svolgono ogni anno presso il seminario vescovile in prossimità delle Giornate Nazionali di sensibilizzazione dell’8xmille alla Chiesa cattolica e delle Offerte per i sacerdoti;
-la collaborazione continua e fattiva con l’Istituto Diocesano Sostentamento Clero sia in ordine alle informazioni aggiornate relative al sostegno economico del clero diocesano che a livello operativo per la possibilità di incontrare i sacerdoti e proporre idee e iniziative relative alla implementazione del Sovvenire nelle diverse parrocchie della Chiesa locale. La sinergia tra il Sovvenire e l’Istituto è resa ancor più efficace dal fatto che dei tre operatori di quest’ultimo, uno è inserito nel Gruppo di lavoro diocesano mentre gli altri due sono referenti del Sovvenire nelle rispettive parrocchie.
Gli eventi formativi svolti negli ultimi 2 anni nella nostra diocesi sono andati via via crescendo di numero come risulta dal seguente prospetto:
-anno 2016: Incontro diocesano Campo Scuola A.C.
-anno 2017: N. 12 incontri parrocchiali
-anno 2018: N. 11 incontri svolti sino a giugno + diversi altri programmati e preannunciati a partire dal prossimo mese di luglio.
Come si rileva, nei primi sei mesi di quest’anno il numero di incontri svolti ha raggiunto quelli fatti nel 2017; è lecito, quindi, ipotizzare per l’anno in corso un raddoppio degli eventi formativi.
Sarebbe, comunque, riduttivo soffermarsi solo sui numeri, anche se sono degli indicatori gratificanti, perché al centro di questa attività formativa ci sono le persone, le diverse comunità incontrate con le quali è stato possibile svolgere opera di sensibilizzazione attraverso un confronto dialogico sereno e costruttivo.
Gli elementi positivi emersi nei 24 incontri sin qui svolti possono essere così sintetizzati:
-l’aggiornamento continuo da parte dell’intero Gruppo diocesano soprattutto per quanto riguarda le opere realizzate in Italia e nei Paesi del Terzo Mondo con i fondi dell’8xmille;
-l’individuazione di nuovi referenti parrocchiali;
-la partecipazione attenta della gente su un tema non conosciuto che ha avuto il riscontro di domande interessanti nel corso del dibattito che ha seguito gli interventi; questo punto è sicuramente il più gratificante perché è stato possibile toccare con mano la sorpresa e l’interesse delle persone sulla novità rappresentata dal Nuovo Sistema di Sostegno alla Chiesa cattolica;
-la sensibilizzazione anche dei parroci soprattutto perché è stato loro richiesto di trattare l’aspetto sui fondamenti biblico-teologici del Sovvenire;
-la conoscenza di persone valide (oltre i referenti già presenti) da coinvolgere nel discorso del Sovvenire e tra i quali individuare qualche elemento per integrare il Gruppo di lavoro diocesano;
-negli ultimi due incontri abbiamo avuto la gradita sorpresa di incontrare persone che si erano documentate sul Documento del 1998 dell’Episcopato italiano e sulla legge 222/85.
La possibilità di reiterare, anche per l’anno solare in corso, gli incontri formativi nelle stesse parrocchie che avevano aderito all’iniziativa lo scorso anno, ci ha indotti a non riproporre gli stessi temi ma a formulare una nuova sequenza di contenuti anche se nell’attività di formazione deve svolgere un ruolo primario il Nuovo Sistema.
Tra gli argomenti proposti per il secondo incontro nella stessa parrocchia, abbiamo privilegiato i seguenti contenuti:
-la mappa delle opere, alcuni brevi filmati selezionati da Internet e gli interventi realizzati con il contributo dell’8xmille estratti dalla rivista Sovvenire; in questa presentazione è stato dato spazio anche a quanto fatto nella nostra diocesi;
-le attività caritative svolte dalla Caritas parrocchiale e diocesana sul territorio con i fondi 8xmille;
-la presentazione di iniziative nuove come quella dei “Corridoi umanitari” ed il progetto “Liberi di partire, liberi di restare” tra la CEI ed il Ministero dell’Interno.
Inoltre, abbiamo previsto e sostenuto il coinvolgimento di CAF e fiscalisti che operano sul territorio parrocchiale per poter pianificare un coordinamento nella raccolta delle firme.
Con molto piacere abbiamo rilevato che, nel corso di alcuni incontri, i parroci hanno spontaneamente riferito sui contributi ricevuti in passato dall’8xmille per interventi nelle loro parrocchie.
L’attività futura, anche sull’impulso fornito dal nostro Vescovo mons. Francesco Marino che sin dal suo arrivo in diocesi ha sostenuto e incoraggiato il Sovvenire, prevede di continuare l’attività di Formazione e Sensibilizzazione ed in particolare di consentire all’incaricato diocesano di intervenire nel Consiglio presbiterale e negli incontri decanali per sensibilizzare i sacerdoti che ancora non conoscono adeguatamente il Nuovo Sistema di Sostegno Economico alla Chiesa cattolica.
Un altro versante sul quale orientare l’impegno del Sovvenire è quello di riprendere la collaborazione con gli Ordini dei Commercialisti già avviata in passato.
Infine è stata delineata una efficace intesa con il presidente diocesano di Azione Cattolica per organizzare incontri di formazione zonali nel prossimo autunno.
Nola, 23 giugno 2018
Giuliano Grilli

Info

Conferenza Episcopale Campana
Segreteria: Piazza Bartolo Longo, 1
80045, Pompei (NA)

info@conferenzaepiscopalecampana.it
Tel. 081 8577255
Fax. 081 8567059

Articoli Recenti

RSS CEI

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS SIR