A Pompei il convegno “La comunicazione e la famiglia”

È in programma sabato 16 maggio 2015, dalle 9.30 alle 13.30, presso la Sala “Marianna De Fusco”, nel Piazzale San Giovanni XXIII, a Pompei, il convegno organizzato dall’ufficio per le Comunicazioni Sociali del santuario mariano, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Campania, su: “La comunicazione e la famiglia”. Ispirato al tema della 49° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali: “Comunicare la famiglia: ambiente privilegiato dell’incontro nella gratuità dell’amore”, il convegno prevede i saluti dell’arcivescovo di Pompei, Tommaso Caputo, e del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli. Per approfondire l’importante tema scelto dal Santo Padre, seguiranno le relazioni di Angelo Scelzo, vicedirettore della Sala Stampa della Santa Sede, sul messaggio di Papa Francesco per la 49° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali; di Paolo Scandaletti, giornalista e scrittore sulle criticità del sistema dei media italiano; e di Loreta Somma, direttrice dell’ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali, sul Santuario di Pompei e la famiglia. Il legame tra Pompei e la comunicazione risale al suo fondatore, il Beato Bartolo Longo, giornalista e scrittore, che, nel 1884, fondò un periodico che ancora oggi viene stampato in oltre 200.000 copie ed inviato in tutto il mondo. Questo convegno rientra tra gli incontri di formazione professionale continua dell’Ordine dei Giornalisti. Le iscrizioni sono aperte sulla piattaforma S.I.Ge.F fino al 13 maggio.

Loreta Somma

 

clicca sul link per programma

Convegno Pompei “La comunicazione e la famiglia”

Info

Conferenza Episcopale Campana

Segreteria:
Piazza Bartolo Longo 1
80045 Pompei NA

info@conferenzaepiscopalecampana.it

Articoli Recenti

RSS CEI

  • Accanto ai migranti e ai rifugiati
    Alla vigilia della Giornata mondiale del Rifugiato delle Nazioni Unite del 20 giugno, il punto sull'impegno della Chiesa italiana e sui progetti realizzati grazie ai fondi dell'8xmille: dal 1991, attraverso il Servizio per gli interventi caritativi per lo sviluppo dei popoli, sono stati finanziati 166 progetti in 31 Paesi per un totale di oltre 31,5 […]

RSS SIR

  • Sul guscio di una tartaruga. Natura, maestra dei popoli
    Nelle credenze popolari delle Solomon Islands, se un’isola affonda significa che è morta la testuggine marina su cui poggiava. Quando c’è un terremoto, è una tartaruga che litiga con un’altra. Mentre lo tsunami è causato da un forte dissenso tra gruppi di testuggini. Essendo la tartaruga marina un animale sostanzialmente pacifico, si può spiegare perché […]