Una delegazione della Caritas Campania in visita in Giordania

Una delegazione della Caritas Campania si recherà in Giordania dal 28 al 31 maggio. La delegazione sarà composta da Don Carmine Schiavone, incaricato regionale Caritas, Raffaele Cerciello, segretario della delegazione, Vincenzo Castaldo, direttore della Caritas Diocesana di Acerra, Don Osvaldo Morelli, direttore Caritas diocesana di Sessa Aurunca, e Danilo di Caritas Italiana.

La finalità principale della visita sarà avviare rapporti di reciprocità con la Giordania. Durante il soggiorno, i membri della delegazione avranno l’opportunità di confrontarsi sui modelli di prevenzione e contrasto alla povertà promossi da Caritas Giordania.

La delegazione italiana incontrerà, inoltre, i sei rappresentanti giordani che il prossimo mese di luglio giungeranno in Italia e saranno  ospiti della Caritas della Diocesi di Nola. Questi incontri contribuiranno ad approfondire ed elaborare progetti di collaborazione tra le due realtà.

La Giordania, con una popolazione superiore ai 10 milioni di abitanti, quasi la metà dei quali di origine palestinese, è diventata il principale rifugio per migliaia di profughi provenienti dai paesi vicini. Questo ha portato la Giordania ad avere la seconda più alta concentrazione di rifugiati pro capite al mondo. Secondo stime recenti, nel paese vivono oltre 1,3 milioni di rifugiati, principalmente siriani, e l’80% di loro vive al di sotto della soglia di povertà. La stabilità della Giordania costituisce l’unico elemento di sicurezza nella regione mediorientale, drammaticamente colpita dalla guerra tra Israele e Hamas.

Info

Conferenza Episcopale Campana

Segreteria:
Piazza Bartolo Longo 1
80045 Pompei NA

info@conferenzaepiscopalecampana.it

Articoli Recenti

RSS CEI

  • Accanto ai migranti e ai rifugiati
    Alla vigilia della Giornata mondiale del Rifugiato delle Nazioni Unite del 20 giugno, il punto sull'impegno della Chiesa italiana e sui progetti realizzati grazie ai fondi dell'8xmille: dal 1991, attraverso il Servizio per gli interventi caritativi per lo sviluppo dei popoli, sono stati finanziati 166 progetti in 31 Paesi per un totale di oltre 31,5 […]

RSS SIR

  • Sul guscio di una tartaruga. Natura, maestra dei popoli
    Nelle credenze popolari delle Solomon Islands, se un’isola affonda significa che è morta la testuggine marina su cui poggiava. Quando c’è un terremoto, è una tartaruga che litiga con un’altra. Mentre lo tsunami è causato da un forte dissenso tra gruppi di testuggini. Essendo la tartaruga marina un animale sostanzialmente pacifico, si può spiegare perché […]