Incontro regionale ecumenismo e dialogo interreligioso

Il giorno 22 Novembre 2013 alle ore 16,00 si sono incontrati ad Avellino nei locali della sede vescovile i Delegati di Avellino, Aversa, Capua, Nola, Nocera–Sarno, Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia, la Rappresentante dei Focolari, le Addette della Segreteria della Commissione Regionale e il Segretario del Gruppo Interconfessionale di Attività Ecumeniche (GIAEN) di Napoli. Molte assenze giustificate con varie motivazioni. Saluti da monsignor Gaetano Castello impossibilitato a partecipare per motivi di salute. Alcuni sacerdoti invece avevano la conclusione dell’anno della fede, altri Delegati sono stati fermati dal mal tempo.
Il Delegato mons. Francesco Marino, vescovo di Avellino apre l’incontro con la recita del Padre nostro.
Il Responsabile, don Paolo Dello Stritto, informa che il giorno precedente c’è stata la presentazione e del sito della Conferenza Episcopale Campana (www.conferenzaepiscopalecampana.it) con l’intervenuto anche del Cardinale Sepe. E’ stato detto anche che il sito sarà vivo solo se ogni commissione terrà aggiornato continuamente il proprio spazio. La Commissione ecumenica ne ha tutte le intenzioni.
Si passa poi alla programmazione delle attività per l’anno ecumenico 2013/2014, a cui è dedicato questo primo incontro. Il secondo incontro avverrà, come d’abitudine, dopo la settimana di preghiera di Gennaio 2014 per un resoconto di quanto avvenuto sia nella Settimana stessa sia nel periodo intercorso dall’incontro odierno e per meglio definire gli altri due incontri previsti.
Si passa quindi all’ascolto delle proposte e delle programmazioni delle commissioni presenti.
NAPOLI: Mimmo Iacomino, segretario del G.I.A.E.N. (gruppo interconfessionale napoletano), in rappresentanza del Delegato, mons. Gaetano Castello ha esposto il programma della Settimana di Gennaio: celebrazione nella Cattedrale Domenica 19 Gennaio 2014. Incontro nella Chiesa Anglicana Giovedì 23 .Ha presentato poi la programmazione del GIAEN: previsti 6 incontri, 2 di preparazione al Natale in Chiese cattoliche , 2 di preparazione alla Pasqua in Chiese riformate, 2 di preparazione alla Pentecoste in Chiese ortodosse. Ogni incontro sarà a tre voci(Cattolica, Protestante e Ortodossa).
Il Consiglio delle Chiese della Campania, come ha informato la tesoriera Cristina Gambardella, terrà la sua celebrazione nel Duomo di Aversa il 18 Gennaio alle ore 19,30. La sede è stata scelta per esprimere vicinanza alle popolazioni della “Terra dei Fuochi ”.

AVELLINO: don Sabino Accomando ha informato che è in atto il rinnovo della Commissione. In collaborazione con Ariano e Sant’Angelo dei Lombardi si cerca di coinvolgere quante più Chiese Cristiane per veicolare l’idea ecumenica nelle persone, ovviamente con l’aiuto dei parroci. Tutti i parroci avranno al più presto i documenti necessari per la preparazione della Settimana. L’ incontro si terrà nella Parrocchia di Prata perché il Parroco, domenicano, è interessato. Venerdì 24 Gennaio alle ore 17 si terrà un incontro interdiocesano tra Ariano, Sant’Angelo e Avellino per fare cose in comune.
Gli Ortodossi rumeni son i più presenti sul territorio e celebreranno a San Generoso, in ospitalità, le loro liturgie con padre Nicola ed essendo d’accordo il vescovo Siluan. I Greco Cattolici, invece, proprio perché legati a Roma, hanno avuto assegnata una Chiesa per le celebrazioni.
SANT’AGELO DEI LOMBARDI: Antonio Esposito ha detto che è molto limitata la presenza ecumenica sul territorio. I maggiori rapporti sono con gli Ortodossi, anche se non sempre facili. Per altre cose si interagisce con Ariano e Avellino.
MONS. MARINO osserva che l’approccio all’Ecumenismo è diverso nelle varie Chiese e non bisogna meravigliarsi di atteggiamenti e posizioni discordanti.
MOVIMENTO dei FOCOLARI: La rappresentante, Pia Veneziano, dice che i rappresentanti del Movimento partecipano a tutti gli incontri, anche nelle carceri: ad es. si porta avanti un progetto nel carcere femminile di Pozzuoli. Ha informato che dal 23 al 25 cm sarà presente la presidente del movimento dei focolari :Maria Voce invitata dal comune di Santa Maria Capua Vetere per un convegno a 10 anni dal conferimento a Chiara Lubich della cittadinanza onoraria e dalla Diocesi di Capua per la lectio magistralis di inaugurazione dell’anno accademico dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose.
NOCERA: don Carmine Vitolo dice che la veglia ecumenica il giorno 20 Gennaio alle ore 18,00 non si terrà in Cattedrale ma in una Parrocchia Centrale di Nocera, S.Maria del Presepe, perché così vengono coinvolte molte più persone e con un invito rivolto in particolare ai diversi gruppi della Diocesi.
Il Centro IRINI, realtà ecumenica di Nocera cui partecipano metodisti, battisti, ortodossi, cattolici, ha programmato per quest’anno incontri di preghiera itineranti.
NOLA: il nuovo delegato, don Paolo Di Palo, ha riscontrato che purtroppo l’ecumenismo è tematica ostica a tutte le parrocchie. Non riesce a formare la commissione per mancanza di interesse generale. Per contro in poco tempo ha già celebrato tre matrimoni misti nella sua parrocchia e ritiene che bisognerebbe esserci maggiore informazione e approfondimento sull’argomento.
A questo punto interviene MONS. MARINO affermando che il tema dei matrimoni misti è molto importante e sarebbe necessario approfondire qualche documento. Questo potrebbe essere l’argomento del terzo incontro: invitare un esperto per commentare ed approfondire per esempio il documento di Ravenna , le idee guida del Papa, il convegno del Febbraio 2013 sui matrimoni misti. Importante poi recuperare anche i fondamenti teologici che si trovano dietro l’ecumenismo spirituale.
La proposta è accettata con favore dai presenti.
AVERSA: don Giuseppe Esposito dice: “ è importante per noi il tema della “Custodia”. Viviamo il marasma dell’inquinamento nella Terra dei Fuochi e ci si pone il problema degli agricoltori in grave difficoltà. Come Chiesa proponiamo una serie di attenzioni di competenza ad es. canapa, no food.”
Per la Settimana di Gennaio saranno coinvolte, come ogni anno, le foranie e si celebrerà in una parrocchia per ogni zona pastorale. Non esistono sul territorio interlocutori ecumenici. I Rumeni, che sono d’altra parte una comunità quanto mai variabile per numero sul territorio, hanno chiesto una Chiesa ma sussistono difficoltà per reperirla.
Altra realtà è la Festa dei popoli: “abbiamo cercato di coinvolgere i Pentecostali ma purtroppo non ci siamo riusciti.” Un pastore della base Nato in un primo momento si è detto disponibile poi è letteralmente scomparso. Ci sono stati, invece, incontri con i gruppi che sul territorio s’interessano degli stranieri sotto gli aspetti di preghiera, integrazione e festa dei popoli.
CAPUA: don Paolo Dello Stritto ha riferito che in passato è stata data ai Rumeni, in maniera bonaria, una chiesa per le celebrazioni. Il nuovo Vescovo invece vuole stipulare un comodato d’uso e rendere più ufficiale il rapporto, rapporto che sta crescendo non solo nei confronti dei singoli sacerdoti ma anche del Vescovo. L’ecumenismo vero parte da una conoscenza e da una stima reciproca e questo vale sia con gli Ortodossi che con i Protestanti, come don Paolo ha potuto costatare di persona in occasione della morte di sua madre, ma anche di quella del precedente Vescovo. I momenti d’incontro della settimana di preghiera, poi, sono molto attesi e graditi.
Ci sono anche contatti con la Chiesa evangelica per un progetto, non ancora a termine, di un gruppo canoro interconfessionale.
MONS. MARINO invita a presentare come Commissione le spese a cui si va incontro dal punto di vista economico.
Con la recita del Padre nostro l’incontro si chiude alle 17,45.

Info

Conferenza Episcopale Campana

Segreteria:
Piazza Bartolo Longo 1
80045 Pompei NA

info@conferenzaepiscopalecampana.it

Articoli Recenti

RSS CEI

  • Domenica 21 aprile la Giornata di preghiera per le vocazioni
    Quale filo rosso per l’approfondimento e la preghiera l’Ufficio Nazionale per la pastorale delle vocazioni ha scelto la tematica “Creare casa” (ChV 217). Numerosi i materiali messi a disposizione per la Giornata, tra cui alcune video-testimonianze.

RSS SIR

  • Insegnare la preghiera in parrocchia
    Un mio giovane parrocchiano a seguito del precedente articolo sulla preghiera in parrocchia mi ha mandato il seguente messaggio: “Ciao don. Grazie del bell’articolo. Devo dirti che a livello personale anche i momenti di preghiera in comune, con la comunità (penso ai venerdì di Quaresima dove pregavamo gli uni per gli altri), mi hanno fatto […]